TFR Dipendenti

TFR - Trattamento di Fine Rapporto
Share Button

Il TFR (Trattamento di Fine Rapporto) è la cossidetta liquidazione che spetta al personale dipendente ed è un accantonamento di circa 1 mensilità della retribuzione annua.

Le azienda che non hanno l’obbligo di versare mensilmente le quote TFR all’INPS oppure nei Fondi Pensioni di categoria, sono accantonate in azienda, a meno che, il dipendente non scelga di destinarlo nel proprio fondo pensione / piano individuale pensionistico.

Per l’azienda, anche se può sembrare un controsenso, è più conveniente versare le quote TFR in una polizza vita ad-hoc oppure nel fondo pensione / piano individuale pensionistico dei propri dipendenti: questo perché permette all’azienda di ammortizzare le uscite del TFR in modo graduale senza dover liquidare grossi importo ai dipendenti in caso di cessazione del rapporto lavorativo; molte aziende vanno incontro all’indebitamento per liquidare i dipendenti, se avessero accantanato mensilmente le quote TFR non avrebbero accusato nessun problema finanziario.

Oltre alla comodità di accantonare in modo frazionato il TFR l’azienda ha i seguenti vantaggi fiscali se lo versa in un fondo pensione / piano individuale pensionistico:

– ulteriore deducibilità del 6% del TFR versato;
– esonero dall’obbligo di Rivalutazione del TFR  + Esonero dal Versamento del contributo al Fondo Garanzia;
– oneri Impropri (per l’azienda scatta la possibilità di portare in deduzione lo 0,28% del Monte Stipendi).

Torna Indietro